Tag

Ciao a tutti!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Eccovi la vetrata della Cattedrale di S. Vito : una delle poche opere di Alphons Mucha presenti a Praga…Bella vero??? :-))))

Siamo tornati ieri…tutto ok. Praga era caldissima, soleggiata e le quintalate di valigie lanose e zeppe di doposci e sciarpe si sono rivelate ridicole….:-))

All’andata abbiamo imbarcato un gruppo di veneti/e di una scuola privata, con sambuca appresso: non vi dico le baldorie notturne! I grezzetti hanno avuto la piva fino al secondo giorno, quando, dietro indicazione della guida, hanno scovato un locale “Il Rugantino” [ ma ditemi voi se è serio………] dove si mangiava italiano, ma bene!!! Penne alla Parma, proaff..( ma che caspita sono le penne alla Parma???????????). Da allora hanno ritrovato verve, spirito e sorriso….. Sono stati squisiti, noi li abbiamo lasciati liberi “il giusto” e l’intesa è stata perfetta.

La guida, un praghese sui trent’anni, ci ha fatto davvero i complimenti per l’attenzione dei grazzetti.

 E’ quasi incredibile, ma è la norma.La storia del Golem, del Rabbino Low, dei Marcomanni, della defenestrazione dei cattolici, delle croci per terra dei decapitati e delle teste dei 27 nobili lasciate appese sul Ponte Carlo per 10 anni…li ha affascinati… Ovviamente il Ponte Carlo ( da Carlo IV di Boemia) per tutto il tempo, per loro, è stato il Ponte “San Carlo” ( ah ah ah, si vede che sono italiani!!!). Erano annichiliti dalla quantità di aglio e cipolla che infestava ogni cibo, non erano spendaccioni come i quintini dell’anno scorso, i dolcegabbanati, che sperperavano euro a Lisbona in grigliate di pesce e mi trascinavano quasi per i capelli…nei vari ristoranti sul mare dell’Estoril…

Questi erano molto defilati, modestini, educati, ma quasi appartati…….Ogni grezzetto ha una propria fisionomia e il bello è quello, altrimenti, sai che noia coi doppioni? ;-))) E domani………….si ricomincia!!!! :-DD

Annunci