Ricordi…

Gironzolando fra i blog di quelle persone sconosciute, che però ti lasciano una breve traccia e ti fanno venire voglia, ogni tanto, di salutarle, ho ascolatto il sottofondo ad un suo post “A whiter shade of pale” dei Procol Harum..Caspita che effetto assolutamente inaspettato! Mi sono rivista in un pomeriggio/sera di un sabato di più di vent’anni fa..a ballare allo Chalet del Segrino, su queste note struggenti, mentre chi mi aveva invitato tentava di far breccia nella mia indifferenza……e io, che già odiavo ballare, partivo invece per voli pindarici….sull’onda di questa musica……!!! ;-))

Annunci