Angolo del Libro

 

 

 

 

 

 

Non è facile trovare libri che possano interessare i grezzetti …E’ un problema veramente pesante, anche perché noi prof ci lamentiamo spesso del fatto che non sappiano scrivere, che per esprimersi utilizzino sempre quelle tre o quattro frasi da repertorio…. ma poi? Che diamo loro da leggere, Guerra e pace? come si ostinava a dare un mio collega fuori di testa!

Durante le vacanze di Natale, qualche volta, ma più spesso in estate, allora ci affidiamo al salvagente, toccasana ecc ecc delle famose letture consigliate….Sorvoliamo sul fatto che una volta si davano i “compiti per le vacanze”, aborriti da studenti e genitori, che poi si sono trasformati in “qualche esercizio, alcuni temi e libri-con-cheda-di-analisi”, che successivamente hanno lasciato il posto a “qualche libro con scheda”, che, personalmente, si è mutato in “2/3 libri e punto”. ;-D

Anche perché i compiti venivano fatti tutti in blocco gli ultimi due giorni dei vacanza, e allora perdevano il senso di “allenamento in itinere”, che avrebbero dovuto rivestire. Diventavano soltanto una palla al piede da trascinarsi per tutte le vacanze ( e soprattutto per i genitori….io ho ancora gli incubi dei compiti delle vacanze delle mie, quando erano alle elementari e alle medie………..ah sì, perché l’intensità e il cumulo macignifero di queste iatture del creato è decisamente inversamente proporzionale al tipo di classe frequentata!!!) e allora, via, colpo di spugna!

Il libro-con-scheda, esempio pratico di come si possa far odiare una lettura anche piacevole, martirizzandone le sensazioni in analisi da Sala di anatomia, densa di micro e macrosequenza, di sequenze espressive, narrative e chi più ne ha più ne metta…;-)], veniva bypassato, noleggiando velocemente il film che più o meno in tempi recenti ne avevano tratto…

E allora si assisteva a Mostri di Frankenstein che bruciavano ululando in vecchi mulini in fiamme….dove mai la Mary Shelley si sarebbe sognata di farli soggiornare…….;-))), perché i film, spesso, non sono del tutto fedeli ai libri ( eh eh) . Insomma, alla fine mi sono “ridotta” a consigliare esclusivamente la lettura di tre libri, senza annessi, connessi e attachement di alcun tipo, ma solo e semplicemente una lettura, piacevole lettura da ombrellone, da divano, da balcone, da sdraio…da spaparanzata, insomma quello che da sempre un romanzo sarebbe per sua natura.

Ovviamente do una lista , che i grezzetti un po’ blasfemicamente hanno ribattezzato la Summer’s List…. eh eh, che modifico per quelli di quarta ( non per altro, così, se vedono qualche titolo “diverso”, hanno la sensazione di essere “maggiormente in grado di” ;-)) e sono soddisfatti.

Con quelli di quinta…non faccio nemmeno la finta….!!! ;-D Se vogliono hanno la lista dell’anno precedente, ma, dopo l’Esame di Stato, l’unica lista che vedi nelle loro mani…è quella del Ristorante, dove ci invitano ad infognarci, per festeggiare la fine della loro Scuola Superiore……..:-))

La lista ha la funzione di far terra bruciata delle varie autobiografie di Del Piero, delle barzellette di Totti, dei saggi sulla Formula Uno, corrispondenti fin che vuoi ai loro interessi, ma che non puoi contrabbandarmi per romanzi.!!

Ecco, e qui sta il punto. La lista. 🙂 Che libri mettere? Io ho solo maschi ( tranne una ragazza in terza..), tra l’altro ho avuto due figlie femmine, accanite lettrici di Storie infinite, di Saghe celtiche, di Harry Potter, di Yoshimoto, di Murakami…di tutta una serie di libri poco abbordabili…

E allora, vai con il repertorio, cercando di pescare in quei libri che, di anno in anno, loro mostrano di gradire maggiormente. Ci sono quelli “vincenti” e Uomini e topi di Steinbeck lo è di sicuro! Partono perplessi per il titolo poco attraente, ma, alla fine, non lo mollano e ne restano entusiasti. Molti piangono, sul finale… . Me lo hanno anche detto..;-).

Poi bisogna stare attenti anche ai cosiddetti “cult”…Ad esempio , quando ero al Biennio, spesso consigliavo Il giovane Holden e Jack Frusciante di Brizzi, col risultato di vederli snicchiare.. Holden Caufield non li prende molto; diciamocelo, questo medio-borghese, scontento di tutto e ribelle a qualsiasi convenzione, poteva attrarre la mia generazione, che ci si ritrovava…e passava ore a perdersi su “Dove vanno le anatre di central Park quando il lago ghiaccia?…..”

Ma loro, ti guardano fissi e poi commentano ” Ma prooaaf…ma questo, ci sta dentro??????!!! ” ;-D

E poi dicono che è scritto in modo strano, e del Frusciante criticano le parolacce…Beh, certo, non c’è genia più conservatrice di un grezzetto [ soprattutto del Biennio, va detto] alle prese con un libro di narrativa.

Loro parlano a base di pirla, fankulo, ecchecazzo, ma quando si mettono su un libro…..diamine, mica possono leggere le parolacce! Il testo scritto ( e soprattutto consigliato dall’Istituzione Scuola, DEVE essere un testo serio. La LETTERATURA non prevede sconcezze o parole spinte. Marquez non può permettersi di scrivere che al personaggio ” sembrava di pisciare vetro”, perché loro si bloccano, ti guardano con la bocca all’ingiù e sibilano ” ma prooooaffff……….” con una sospensione eloquente… E’ incredibile, ma l’ho proprio notato!! E lo trovavo quasi disarmante…. ;-)))

Al Triennio è già diverso, loro sono più rotti a varie esperienze…ma anche lì, non esageriamo…

Non vi dico quando siamo andati in Portogallo, l’anno scprso,  con la quinta. Sull’aereo io avevo “In culo al mondo” di Lobo Antunes e intercettavo occhiate perplesse..;-)

Ad ogni modo, adesso nella Summer’s List è entrato a botta sicura” Io non ho paura” di N. Ammaniti. Ero stata titubante a consigliarlo, dato che parlava di un mondo un po’ lontano da loro, che vanno dai 17 ai 20 e anche 21 anni ( negli ITIS la doppia ripetenza è dietro l’angolo…eh eh.] ma li ha davvero “presi” nel vero senso della parola!

La saga del SDA, ad esempio, non li cattura molto, perchè è troppo lunga, ma ci sono le eccezioni: l’anno scorso Lorenzo mi fa la classica proposta ( che non si può rifiutare..) ” Proooaaaf, se leggo la Saga intera ( Compagnia, Due torri e Ritorno del re), vale lo stesso come tre libri, no? [ Io volevo dirgli …guarda che per me con questi tre hai esaurito il Parco libri per tutto il Triennio!! ma sarebbe stato un suggerimento improprio…e sono stata zitta, annuendo, con una leggera sospensione, che faceva capire che, tutto sommato…massì, vabbeh! ;-DDD

Adesso, che si avvicina la fine dell’anno, farò bene a riaggiornare il tutto, perchè le rifritture sanno di stantio, ma devo farmi venire qualche idea….[ Seba, Giopope….voi che mi ricordate tanto i miei quintini, ce l’avete qualche titoletto vincente? ;-DD]

Ok, adesso, liquidati ieri i 26 temi di Terza, e mezza quarta,  devo aggredire l’altra metà…..e poi ho tutta la quinta in attesa….Buon Primo maggio 😉

Annunci