Autogestione….

Lunedì mattina è partita l’ autogestione….prima di Natale, come al solito, si sente dire.
No, qui da noi erano almeno 5 o 6 anni che non si faceva. Alla fine problemi enormi di tipo strutturale non ce ne sono [ l’ edificio è belloccio, ben tenuto, luminoso, con piante e fiori, ormai completamente cablato….]

ma sono bastate un paio di novità a fare esplodere le magagne sotterranee.

La prima è stato il Calendario scolastico. Siamo partiti prima delle altre scuole ( il 4 settembre eravamo in classe, finiremo l’ 8 giugno come gli altri). Non abbiamo fatto ponti per la Madonna ( altre scuole lombarde, sì).
La notizia che quest’anno avrebbero soppresso anche i due giorni di Carnevale ha avuto l’ effetto della scintilla di Sarajevo!
L’anticipo di un quarto d’ora dell’orario delle lezioni, poi, è stato Pearl Harbour…

E così, ragazzi fuori dai cancelli che si rifiutavano di entrare.

Immediatamente Assemblea generale in Auditorium, presieduta dal DS e da un paio di accoliti.

Noi siamo due Istituti accorpati, il nostro è un ITIS-Liceo tecnologico, quasi tutto maschile, l’ altro è un ibrido, mezzo commerciale, mezzo chimico e mezzo linguistico, con prevalenza femminile.

Prima Assemblea solo con l’ altro Istituto ( 800 studenti circa). Io, avendo l’ ora libera, assisto dal fondo.
Succede di tutto. Il DS sfodera le sue armi retoriche, ma niente da fare.
Depista,  divaga, si perde in mille rivoli.
i ragazzi incalzano, microfono alla mano.
La discussione degenera, lui urla, interviene un prof di Diritto che, con un master ( evidentemente) in psicologia della gestione delle masse studentesche ……. si mette a sbraitare. ” Ragazzi, la sapete una cosa?? Mi fate davvero ridere!”

Per poco non crolla il tetto dell’ Auditorium per i fischi e le urla!!

Il DS, più abile, cerca di rimediare e tocca le corde del sentimentalismo. Manovra inutile.
Va sul personale e cita sua figlia ( tra boati e strepiti) che , pur laureata, fa fatica a trovare un posto di lavoro, mentre loro, con il loro diploma, nemmeno finiscono la quinta, che già vengono richiesti dalle aziende ( non è sempre vero, soprattutto per quelle del linguistico) ma lui ci prova!

Altri fischi, uniti a commenti in rincorsa

” Cacchio me ne fotte di sua figlia!” ” A mo’ con sta lagna, eccheppalle!!”

Alla fine, dato che nessuno desiste, fa la domanda diretta ad uno col microfono. quello risponde. lui “usa” una frase del ragazzo per ritorcergli contro una affermazione, mistificando una parte per il tutto.

Lo studente coglie l’ inghippo al volo e sbraita nel microfono, rivolgendosi al DS ” Ora Lei mi fa davvero incazzare!”
Il DS vacilla e lo richiama. Lo studente afferma di non sopportare chi gli mette in bocca frasi che lui non ha mai detto!

La massa rumoreggia, partono applausi. Un’ onda tra le teste: una ragazza è svenuta. portata nel prato, si riprende..

Tutti fuori.
L’ autogestione è confermata.
Si raduna il Consiglio di istituto per il pomeriggio.

Il giorno successivo ( ieri) i ragazzi sono ufficialmente in autogestione.

Quelli del triennio sono nelle aule dei piccoli. Fanno recuperi di matematica.
Il mio collega di matematica di quinta, per poco sviene ” Che fanno??? Recupero di matematica? Quelli? Ahahahahahahahah!!!!”

Tra una risata e l’ altra noi siamo obbligati a sostare nell’ atrio dei vari piani. Si chiacchiera per tutta la mattina e il tempo non passa mai..

All’una vado in Auditorium, dove sono convocati i rappresentanti degli studenti del mio Istituto con DS e Vice.
Memori della bolgia del giorno prima, qui si convocano solo i rappresentanti, anche perchè i nostri sono quasi tutti maschi e tosti. Insieme, tutti e 500, sarebbero un bel vedere…;-)

Mi siedo in fondo e assisto ad una bella performance teatrale.
Il DS dà fondo a tutte le sue strategie oratorie….facendo leva

sull’ ACCORATO : “Voi sapete che io sto qui 14 ore al giorno a lavorare per voi…Voi sapete che ho cablato tutto l’ Istituto…Voi sapete che butto sangue per la scuola…”
sul SENSO DI COLPA ” E voi, voi [ indice puntato] come mi ripagate? Ecco come mi ripagate!!” Sospensione ad effetto…

Un mio di quarta fa un intervento, sfoderando un linguaggio forbito ( è molto bravo, in effetti). Il DS lo ascolta compreso ” Che hai detto? Menzionato?”
“Sì’, menzionato, perché?”
” No, no, nulla…prosegui…” facendo la faccia sbalordita..e annuendo platealmente.

Dopo alcuni minuti scatta la BLANDIZIE ” Bravo, bravo, hai parlato proprio bene!! Avete sentito come si esprime bene il vostro compagno? Così mi piacciono i giovani, educati, perbene..non come quel fetente di ieri.. Sono stato insultato, ho preso pure un pugno!”
[ Ovviamente ad ogni passaggio di mano la storia si caricherà di nuovi particolari….Prevedo che l’ anno prossimo favoleggerà di aver subito amputazioni, ricucite sul campo…]

Al termine il PATERNALISMO gronda sovrano.

” Vabbuò, ora avete esposto le vostre proteste, da domani ve ne tornate in classe e il Preside vi promette che  farà tutto quanto è in suo potere per venire incontro alle vostre richieste! “

Dietro di me uno brontola ” Quanto mi fa incazzare quando usa la terza persona, eccheminchia”
Lui intanto
“Vero che mi promettete a vostra volta di entrare in classe?”

Un rappresentante, mingherlino, con sciarpino grigio pendulo, spalle strette, aria patita e partecipata parla al microfono . Si espongono altre ragioni, si scava in certe situazioni. Insomma, la protesta non si ferma ai giorni di Carnevale, c’è altro che bolle.
Il DS perde la pazienza e MINACCIA ” Io non vorrei dire, ragazzi, ma le forze dell’ ordine mi hanno sollecitato a dire da dove parte la protesta…Avete capito chi sono le forze dell’ ordine? Intendo i Carabinieri, ragazzi, i Ca-ra-bi-nie-ri….e per dirla tutta, mi hanno chiesto nomi e cognomi di chi sobilla, capite? Voi siete in quinta…o sbaglio?”
e si rivolge a quelli seduti al tavolo col microfono..( appunto della V B meccanica).

I ragazzi se ne vanno, senza nemmeno dargli retta…
Il Vice dice ” Ok, domani lezioni regolari!”

Stamattina, infatti, tutti nuovamente n autogestione…!!! 😉 E siamo al terzo giorno…

Il Vice passa la mattina a sequestrare play station, mazzi di carte, chitarre….a cacciare in aula, tuonando nei corridoi, gente che, appena lui gira l’ angolo, risbuca fuori con aria divertita.

Non vogliono chiacchiere, vogliono vedere qualcosa nuoversi davvero.

Domani si vedrà…

Intanto io ho tutti i temi a metà…Devono copiarli in bella prima di Nataleeeeee, altrimenti che correggo??????? :-000

Musica . ritorna ( è d’ obbligo) Another brick in the wall _ Pink Floyd




























Annunci