Tag

, , ,

Che bella oggi, Milano.

Ma che bella oggi, Milano. Il tempo ha retto e c’era una varietà incredibile di etnie a riempire tutto il centro. La Galleria pullulava. La vetrina di Prada esibiva completi da uomo grigiastri, abbinati a scarpe bi-tricolori beigioline, davvero terribili.

Ho sbirciato la grisaglia: 1480,00 euro. Dentro, alcuni giapponesi.

Fuori, gli scozzesi. Un’orda, una massa, una vera e propria "calata". Un numero impressionante, dai 15 ai 70 anni, tutti in kilt,  dai colori rigorosamente diversi;  sparpagliati per ogni dove, nella bella Milano.

Sbucavano dalle metropolitane, uscivano da Feltrinelli; occupavano i tavolini di tutti i bar tra Cordusio, via Dante, Duomo e San Babila. Te li trovavi di fronte, coi loro occhi sciacquati e i denti storti e le facce un po’ bislunghe, molti con la fronte coperta da una fascia-berretto  da cui svettava una penna , tipo di  gallo cedrone, lunghissima; brandivano bottiglie, lattine, boccali, come fossero spade e pugnali, ma in verità bonari, non spavaldi, divertiti, a sprizzare allegria contagiosa.

Che simpatici gli scozzesi. Io li guardavo e non potevo non pensare alla loro storia, al loro spirito. E vedevo Braveheart, ovviamente…Ma il film era tutto nella mia testa, perchè questi, al suono delle cornamuse, si sarebbero messi a ballare, secondo me!! In compenso riflettevo sulla presa che certe tradizioni hanno nei diversi popoli. 😉

"Noi fummo per secoli calpesti e derisi" è vero, per cui riesce difficile immaginarsi un gruppo di tifosi che si rechi in costume tradizionale a qualche evento sportivo, anche perché non esiste il "costume tradizionale italiano".

Ma anche senza voler andare troppo lontano, ve lo vedete un Dortmund-Milan con gli italiani al seguito vestiti da Renzo Tramaglino e le donne da Lucia, con la  raggiera di spilloni in testa?? ahahahahah

Verrebbero scambiati per i Firlinfeu di Erba!!!

All’ una bevevano; alle due e mezzo, quando mi sono seduta in un bar di Vittorio Emanuele, bevevano. Di fianco a me,  una mezza dozzina. Si sono poi alzati e hanno pagato 130 euro di birre…..dopo aver osservato a lungo lo scontrino, con l’ aiuto del cameriere paziente.

Quando sono uscita dalla Biglietteria della Scala, alle quattro, ancora cantavano e bevevano, sotto gli occhi censori di una coppia   di  anziani inglesi,  che sembrava uscita dalle pagine di Forster .

Si esibivano con aria rubizza e allegra per i numerosi fotografi, mimando balletti e mosse esilaranti. Di soppiatto,  ho scattato due foto col cell…

Oggi non riuscivo a staccare gli occhi dagli scozzesi e dalla bella Milano. 😉

MUSICA: come una violetta a primavera, ecco ritornare Hotel California_ Eagles

Annunci