Tag

, ,

Di che cosa si parla, quando si parla di peso…[ cap. 5 ]

P’tite tarte aux fraises à Versailles…..;-))

Sono passate le elezioni, le gite scolastiche, le Feste di Pasqua. Nel mondo stanno succedendo episodi gravissimi, ma è umano, qua si ritorna a rimirarsi l’ ombelico…e il discorso, inevitabilmente, torna sui chili che devono scendere.
Ho rinnovato la linea del peso perso, che sta lassù a farmi da monito, come un diktat divino. Inutile far finta ( ma con chi, con se stessi?). Avevo perso 7 chili e ne ho riguadagnati la metà. >:-((
Se penso a quello che ho fatto, devo dire che me la sono anche cavata bene.
Si ricomincia. Punto.

Ma, per non dimenticare il passato, riprendo il mio discorso sul peso e le diete. E’ un po’ lunghetto, per cui lo smembro…Teoricamente dovrebbe servirmi…
Teoricamente. ;-P

E così, dopo l’ increscioso episodio del ginecologo,  ho ripreso a mangiare e bene o male, in quegli anni, mi sono sempre barcamenata su un peso accettabile ( 60 / 65 kg) che è anche il mio peso giusto.

Chiaramente, detta così sembra facile e invece, intorno a questo peso di base, ci sono sempre stati veri e propri maremoti, con picchi che sono arrivati a sfiorare vette assolute e le discese ardite e le risalite  e su nel cielo aperto e poi giu’ il deserto  e poi ancora in alto con un grande salto ! Pazzesco.
No, capisco che è impensabile concentrare in pochi post il tutto. Devo fare un’ ulteriore puntata.

Voglio solo commentare chi dice " bisogna imparare ad accettarsi coi chili in più". certo, può essere. Ma io, ad  esempio, so di appartenere alla categoria che non si accetterà MAI coi chili in più.
Quando avevo io 18 anni e vedevo "vecchie" quelle di 40 anni ( anche perchè, diciamocelo, a quaranta  anni si vestivano e pettinavano davvero da "vecchie", a volte, con l’ amica ci dicevamo " Che bello, pensa che a quell’ età, vestite in un bel tailleur, ci potremo permettere di andare in pasticceria a festeggiare come vorremo, anche tutti i giorni!"
Sì, ……domani! >:-(

A parte che dimenticavamo che poi sarebbero subentrati ( magari ) problemi di pressione o di mal di schiena o di salute, che avrebbero obbligato comunque ad una dieta, ma anche al di là di questi, ma quali festeggiamenti in pasticceria? ma quali quaranta anni lasciapassare..?Ma neanche cinquanta! Ma io sono sicura che anche a 80 anni non mi accetterò grassa, perché, da magra, ragiono meglio.
Lo so che sembra una scemenza quella che ho scritto, ma rende bene l’ idea.


Mio marito, che è un magro costituzionale e che ha sempre remato contro le mie diete, a volte inconsulte ;-D, ad un certo punto si è arreso e l’ ha presa sul ridere , dicendo  "Lilas è bella, perchè è varia" oppure " Sono ben fortunato, è come se, ogni tot, cambiassi moglie!" ;-DD
Però ha anche dovuto ammettere che io sono proprio " magra" nel cervello. Opps..nel senso che io sono una, fondamentalmente,  che sta bene con se stessa, solo da magra.

Peccato che io sia anche una che a tavola si diverte un sacco e che considera il cibo uno dei piaceri della vita! 😉
" E’ un piacere averti come invitata" è un’ altra delle frasi che mi vengono rivolte spesso…
Insomma, io che non amo le frasi celebri e che non mi ricordo detti e aforismi di uomini famosi, devo vedere la mia esistenza costellata da commenti legati al maledetto cibo!
Ora sono fuori di una decina di chili, ma delle diete parlerò un’ altra volta. ;-DDD
E non finisce qui. ( continua.5)



Annunci