Tag

,

Blog didattico……..

Nel mese di giugno, per caso, mi sono imbattuta nell’ invito, da parte del Ministero competente, all’ apertura di un blog didattico.

Sono sempre stata incuriosita dalle potenzialità di questo mezzo, anche in campo scolastico, appunto e così, già tre anni fa avevo tentato di coinvolgere le mie classi, aprendo un NG, cui si erano iscritti, in frotta, tutti gli studenti dotati di mail.

Il gruppo era diventato, ben presto, piuttosto numeroso. Il problema, però, riguardava gli interventi. Praticamente intervenivo quasi e solo io.;-)

Avevo messo dei link alle località che sarebbero state meta di gite scolastiche o a Mostre cui ci eravamo iscritti e loro zitti.

"Avete visto il link sul sito?"

" Certo proaf, grazie!"

" Ma non potevate scrivere due righe di commento? "

" Appunto, glielo diciamo "Grazie, proaf!"

" Sì, vabbeh, ma allora a che serve avere un NG? Potrei dettarvi il link o scerivervi una mail…"

Appunto, a che serviva avere un NG? Praticamente io scrivevo le date delle interrogazioni programmate, scrivevo le date delle verifiche…Ripetevo per iscritto indicazioni di lavoro; Insomma, era diventata una grassa agenda.

Loro, al più scrivevano post di due righe e in pratica predicavo nel deserto.

Scoperto il link all’ album fotografico, presero ad inserire le foto, ma lo spazio era limitato  e si riempì subito.

Oltretutto pubblicavano anche foto di compagni presi mentre stavano platealmente sbadigliando in classe,  con le relative proteste ecc ecc

Per risollevare le sorti del NG prospettai loro la possibilità di pubblicare i temi più belli, così gli autori potevano avere la loro bella soddisfazione e gli altri potevano trarre profitto dalla lettura di un testo benfatto.

Qui ci fu un certo interesse e, improvvisamente e in tempi brevissimi mi arrivarono i file words da caricare nel sito.

Il Gruppo era privato ( cioè ad invito) , ma compariva nella Lista dei gruppi. Un giorno una ragazza di un Liceo milanese chiese di entrare. Io volevo spiegarle che si trattava di un angolo, per giunta polveroso,  molto privato…ma i grezzetti si riscossero dal torpore :

"No, no…facciamola entrare lo stesso!"

Spiegandole il perché e il percome l’ accettai in quel mortorio, ma dopo poco tempo, ovviamente, se ne andò a gambe levate.

Il sito restò là, tramortito e ho visto che esiste ancora! Che tristezza…

Ora, accogliendo la proposta del Ministero di aprire un blog didattico, ho sperato che le cose funzionassero meglio. Purtroppo, sbirciando nei blog dei colleghi, non ho avuto riscontri favorevoli…A parte qualche raro esempio di vitalità, la maggior parte sono costituiti da insegnanti che si danno un bel daffare, con pochi riscontri!

E dire che a volte leggo davvero degli spunti veramente notevoli! e tanto di cappello ai colleghi…

Ma c’è qualcosa che non quaglia nel sistema.

I ragazzi scrivono su Internet, lo sappiamo; hanno i loro spazi nei loro Forum, col Messenger ecc ecc

Probabilmente non riescono ancora a capire che  scrivere per la scuola, non è usurpare un loro territorio, ma costituisce un’ interazione che può portare vantaggi a tutti e a loro in primis!

Ma torniamo al blog aperto che, tra iscrizioni, riscontri, autorizzazioni e code varie, ha visto i natali a metà luglio…in piena calura e assenza di studenti….;-D

per cui è rimasto lettera morta, fornito esclusivamente di URLL e titolo.

Ci cliccavo sopra e leggevo " Spiacente, nessun messaggio da visualizzare…" che era anche un po’ deprimente.

Insomma, tre giorni fa  ho deciso di aprire le danze. Ho scritto un post di Ingresso, con le solite brevi solfe di saluti ai grezzetti e poi ho deciso di dar subito loro un obiettivo, per evitare di fare ciance a vuoto, che poi, voglio dire, se uno ha voglia di cianciare, non perde certo tempo a cianciare con la proaf su un blog didattico, siamo seri!!!E così ho chiesto loro di votarmi i libri di narrativa letti, quelli della Summer’s List, per intenderci.

Poi ho inviato una mail a tutti, per comunicare il link del sito.

Ovviamente alcuni erano online , dato che, dopo pochi minuti, sono fioccati i primi tre commenti. Insomma, dopo un giorno già 25 commenti e ho costruito una tabella con le loro votazioni e sto sgobbando da tre giorni che quasi non riesco a leggere i blog come prima !! >:-(

Tra l’altro io avevo richiesto solo un’ impressione e un voto sui libri; in realtà qualcuno mi ha fatto dei veri e propri commenti articolati e benfatti. Ne terrò conto, ovviamente! 😉

A proposito di commenti., uno studente mi ha scritto che il blog gli censurava il commento.

Convinto che fosse perché era un po’ lungo, lo ha spezzato in tre parti.

Niente, ancora blocco. Alla fine ha capito: gli veniva bloccata la parola "sesso" che lui aveva scritto per illustrare il contenuto del Paradiso degli orchi di Pennac, in una recensione assolutamente seria e circostanziata!!!

Scrive:

"Credevo fosse una favola moderna invece mi sono ritrovato a leggere di bombe, corpi squrtati, se§§o e madri libertine. Il tutto condito da un linguaggio incredibilmente moderno e realistico.

Ho scritto tre commenti perchè all’inizio pensavo che uno fosse troppo lungo, solo dopo ho capito che in realtà veniva bloccato per la parola se§§o.

Incredibile, vengo censurato da un blog. !!!"

Tra l’ altro è uno dei più bravi della classe e piuttosto secchione, sebbene molto sveglio!! :-DDD

Ma i gestori…che filtri hanno messo ??? ah ah aha aha

Insomma, con questi commenti sono tre giorni che sono "strozzata"…..nei momenti che, di solito, dedico al blog. Non riesco a far altro!

Beh, sarà il fuoco d’ artificio della novità, suppongo!

Ieri sera, poi, mi stava sfuggendo dalle mani.

Dato che i ragazzi di quarta sono venuti a sapere che la loro classe è stata accorpata all’ altra quarta, così saremo in 30 ( con buona pace delle STATISTICHE del Ministro) , si è scatenato una specie di putiferio; utilizzavano i commenti come chat e si organizzvano per AUTOGESTIONi e delegazioni al Preside.. Io buttavo acqua sul fuoco, ma qualcosa bisognerà fare.

Un blog didattico? Macché…un blog sovversivo, un covo anarchico……opporamè!!! :-DDDDDD

Annunci