Tag

, ,

Dante…

Sì, è uscito Dante, si tende a dire; anche adesso che, a onor del vero, le tracce sarebbero anche sette. Sì, sette, ma, chissà perché, la traccia di Letteratura sovrasta sempre tutte le altre, con la sua aura e definisce un’ annata.

"Ti ricordi? Il primo anno, quando uscirono i fiumi di Ungaretti" ci diciamo ogni tanto fra colleghi. Che poi, detta così, senza soluzione di continuità, farebbe anche ridere come frase……;-)

Ma torniamo a Dante. Ora, al Ministero devono proprio essere fusi…E’ vero che le tracce sono sette, ma è anche vero che la Tipologia " Analisi del testo letterario o poetico" è una sola. Se non sei in grado di sviluppare quella, ti precludi il tema letterario.

Nessuno mette in dubbio l’ importanza dell’ autore, tanto che in terza si analizza almeno una decina di Canti dell’ Inferno e in quarta circa un sei del Purgatorio. In quinta, in genere, ahimè, non si riesce nemmeno a sfiorarlo il Paradiso, salvo qualche cenno. A volte.

Che il programma dell’ ultimo anno, dal Naturalismo al Novecento, è talmente vasto che ti fa " saltare" molti autori e allora, io ho inserito Lorca, Machado, Saba, ma ho saltato Calvino. La mia collega ha inserito Calvino, ma ha saltato i precedenti.

Dante non trova posto. Almeno nei Tecnici e negli iTIS. Dei Professionali non parlo….;-))

Bastava leggere ieri i commenti e gli improperi sul Forum degli insegnanti, dei proff di Lettere degli Ipsia, per piegarsi in due.;-))

E il Ministero, che fa?

Fa uscire Dante dal cilindro nel 2005 ( mentre si attendeva Svevo). Riceve una bordata di critiche e "insulti" sia dagli insegnanti che dagli studenti e, STRATAGEMMA, ripesca Dante due anni dopo, con l’ aria di chi se ne impipa dei commenti degli addetti ai lavori e percorre diritto la propria strada.

Fiorin Fiorello stavolta pare non entrarci nella questione. Aveva il figlio maturando, il povero. Madama Bastico dà una sua interpretazione della scelta.

"Non ho voluto argomenti legati a ricorrenze o ad anniversari anche di grande rilevanza – dice Mariangela Bastico – perché so che sono argomenti attesi" "La prova di italiano deve essere occasione per esprimere se stessi, le proprie attitudini ed interessi, le proprie conoscenze e la capacità di fare collegamenti logici ed analisi critiche. L’esatto contrario della copiatura. L’esatto contrario dell’utilizzo di luoghi comuni."

Discorso molto logico e corretto, se non fosse che, pescare Dante e pescarlo a due anni da una precedente uscita suona tanto come " Te li aspettavi Svevo e Pirandello, vero? Te lo eri preparato Moravia, eh? Eh eh eh….tiè ! ;-P [ E qui mi servirebbe una vignetta di Marà. ]

Insomma, comunque, sorvolando Dante, alcuni titoli erano anche belli.

Le scelte dei grezzetti? Detto fatto.

1 ha scelto Dante. Sì, non lo avevamo fatto, e allora? 😉

Ha deciso che la parafrasi sarebbe stato in grado di farla, al questionario sapeva rispondere e l’ approfondimento verteva su San Francesco, no?

Domani, giorno di correzione,  vedrò se era drogato o no. ;-))

1 ha scelto il tema su giustizia, diritto e legalità, alla base della convivenza civile.

1 il tema ( per me bellissimo) sui luoghi dell’ anima, quello che ha fatto anche il figlio di M02……

Avrei fatto carte false per farlo anch’ io!!! Quando poi ho visto, tra i documenti, il quadro del violinista di Chagall e mi è venuto in mente che proprio 15 giorni fa avevo detto loro come il pittore, pur trasferitosi a Parigi, avesse mantenuto nel suo animo lo spirito della sua patria, con le isbe, i villaggi, le mucche, il folklore ec ecc, ero certa che molti lo avrebbero fatto.

Invece lo ha scelto solo uno!! Argh.

L’ unica ragazza ha scelto quello sulla scienza. E poi arrivano i più gettonati.

La hit parade si divide tra 8 che hanno puntato diritti su quello di Storia ( colonialismo e neocolonialismo) e 9 che si sono lanciati sull’ industrializzazione che ha distrutto il villaggio e la pieve…….! 😉

La classe gemella, la VB, ha snobbato storia. La mia collega dice che il neocolonialismo non lo aveva trattato. Sarà per quello?

O sarà che in questa mia quinta esiste uno zoccolo duro di leghisti e seguaci di AN che, alla lettura del termine immigrazione, si sono visti accendere una lampadina e, fregandosi mentalmente le mani, hanno pensato " Qua, c’è trippa per gatti"???!!!

Taccio e mi riservo di commentare dopo la correzione.

Tra l’ altro devo dire che in questa classe molti scribacchiano abbastanza bene e non dovrei, perciò, dare del tutto i numeri.

Anche perché, domani, mi tocca correggereli tutti  e 22 di fila; che abbiamo una tabella di marcia strettissima e, se sforo, siamo finiti!

Anche perché sabato ( non c’ entra nulla)  devo andare a Genova al matrimonio di un nipote, che si incastra in queste vicende scolastiche ( e nella mia immaginaria dieta) come un cavolo a merenda….;-P

da imagecache2.allposters.com/.

Annunci