Tag

, , , ,

Casalinghitudine…

Qua le giornate proseguono tra visite di controllo d’ ogni tipo, fornelli, film  e libri. Sembrerebbe la noia in carrozza e invece il tempo vola.

Ieri mi son trovata a riflettere sul fatto che fra meno di un mese sarò di nuovo a scuola. GULP!

Nel frattempo, visto il tempo passato davanti alle pentole, si è deciso di riacquistare il Microonde.

Nel passato ne avevamo preso uno ( un enorme Panasonic bianco) che, posizionato sul piano del mobile,  occupava quasi tutto lo spazio disponibile per cucinare e faceva a pugni col resto della cucina (rustica,  in legno tipo-noce).

Alla fine, quando si guastò, fu eliminato senza troppi rimpianti e mai più sostituito…( casa mia è un mix infernale di tutto e di più, la cucina era l’ unico locale con una sua dignità anche estetica: andava salvaguardata!)

Ora, con gli anni, la situazione si è modificata ( nel senso che anche la cucina, stanca di fare la first lady in mezzo ad una Woodstock perenne) si è adeguata alla casa, prima accollandosi una cappa in metallo con tubone ritorto, poi cedendo parte del suo spazio ad un frigo gigantesco, color ( ohibò) perla maculata….diventato ormai indispensabile, per una famiglia di quattro voraci…Intendiamoci, non che si sbranino quarti di bue, ma solo le verdure e la frutta, in estate, occupano uno spazio infinito, diciamocelo….

Insomma, questo frigo era talmente grande, rispetto al precedente, che, quando venne portato in casa ( io ero ad una riunione) la Micol mi scrisse un sms " Questo frigo è pazzesco. Praticamente un MONOLOCALE!"

Insomma, dato che in questi giorni ero fissa  a bollir verdure per me e per la dieta senza scorie del consorte…alla fine si è pensato di riprovarci.

A dire il vero ne avevo trovato uno della Whirpool che era una meraviglia: alto,  stretto, sembrava un televisorino…Ma ho dovuto capacitarmi che sarebbe risultato insufficiente. E così ho di nuovo il morto in casa, come si dice a Carrara.

Stavolta è color metallo ( come la cappa), ma rimane sempre infernale all’ occhio.

In compenso viaggia tutto il giorno e la prossima bolletta dell’ Enel ci costringerà, secondo me, ad una regolata feroce.

Sì, perché viene acquistato ufficialmente per le verdure e poi si inizia dal mattino a vedere chi entra in cucina,  cacciar dentro la tazza del latte e via per 1′; il pane dal freeezer e via per 2′; la peperonata da riscaldare e dai per 55”...

In compenso io ho ricavato dagli scaffali alti vecchi libri di cucina al micro e ieri sera avevo ( tutta rigorosamente da dieta) una cena sontuosa: 200 gr. di sogliola dell’ Atlantico ( era in offerta all’ Ipercoop), che è una quantità assurda, cosparsa in un sughetto di capperi e prezzemolo; funghi trifolati con pomodorini, aglio,  ecc ecc; un paninozzo da 60 gr e infine una tazza di due pesche passate in forno con un cucchiaino di marmellata. Certo, la ricetta originale prevedeva che nelle pesche ci si mettesse un amaretto sbriciolato e del liquore…ma io sono ligia e per ora non esco dal seminato!

Insomma i piatti sono gustosi. Naturalmente, anche se il forno cucina in tempi brevissimi, a conti fatti io sono impegnata per  un sacco di tempo, perché passo ore  a vagolar ricette, a leggerle a decidere quale fare….! 😉

Nel frattempo ho già acquistato certe scodelline per micro che sono un piacere e ho già sbirciato un Forum dove mi pare che la gente sia impazzita.

I threads hanno questi titoli…"Udite!! Udite!!" oppure " Ma il piatto crisp ha necessariamente la gomma sotto??" e ancora "Aiutooo muffin!!!!!Perché vengono mollicci??????"  e infine " E la pizzzzzza????????????????????????????????" dove la costante sembra un uso eccessivo-compulsivo della punteggiatura d’emozioni….

Annunci