Tag

,

Save the last dance…

Ragazzi, stavolta è finita. E’ finita sul serio…E’ finita venerdì ( per me) tra scartafacci e giudizi inutili e scartoffie e schede e scrutini slittati !

Alle quattro mi sono accorta che mai sarei riuscita a fare la visita medica programmata per le 17.30 e così ho incaricato il marito di telefonare e rimandare, mentre il collega di Educazione Fisica faceva slittare la visita dal dentista della figlia ( spostata a luglio!!) e incaricava la moglie di organizzare il recupero della ragazza al Parco  di Monza, sotto la pioggia,  dato che noi eravamo blindati…

 Ma al mattino ci sono state le ultime ore…

In terza un ottimo concerto di due chitarre elettriche: sono in gamba questi, un po’ disgraziati ma estrosi.

Ma il clou avviene in quinta.

Apro la porta e mi ritrovo la classe schierata e festante sotto uno striscione che nemmeno una diva del cinema…In contemporanea Peppo fa partire le casse e la voce di Witney Huston che dilaga per l’ aula, insieme al loro coro:  “ Oooohhh-ohh-ohh I will Always Love You-u-u-ù”.

https://i2.wp.com/farm4.static.flickr.com/3108/2565254796_9644222482.jpg

Momento di crisi: ce la posso fare, ce la posso fare ( come dicono loro!).

 Gli occhiali fanno da schermo, ricaccio le lacrime e scoppio a ridere!!!

Diciamola, un trionfo degno dei Cesari!!

E….ta-tàn..eccola lì, salta fuori la maglietta!

Una bellissima maglietta nera dedicata a LA PROAF ! ;-)))

https://i0.wp.com/farm4.static.flickr.com/3187/2565261142_767088eb24.jpg

 Insomma, qua, in queste cose si è un po’ brianzoli e molto carrarini, devo ammetterlo: nessun discorso strappalacrime, nessuna sovrastruttura ma una coreografia incisiva, poche battute,  musica, tante risate e lei, la MITICA MAGLIETTA  che io ho indossato alla fine dell’ ora, ficcandomi in bagno a cambiarmi e riemergendo dopo cinque minuti, tra lo stupore dei colleghi, che mi vedevano circolare con in mano pencolante il guardaroba del mattino, tutta orgogliona nel mio trofeo griffato !

Annunci