Tag

, , ,

La Palude Stigia

Qua si tenta di sopravvivere al caldo umido e appiccicoso, che fin dal mattino la fa da padrone….Nulla di nuovo sotto il sole: anche lo scorso anno c’erano state giornate simili e ricordo che riflettevo sul fatto che, quando si avrebbe il tempo per sistemare i libri, non c’è voglia, per via del caldo che ottunde ogni senso; quando ci sarebbe la temperatura ideale, ricomincia la scuola.
Quest’ anno avrò, invece,  davanti a me un intero autunno, per poter organizzarmi e un inverno e una primavera…;-)
La devo smettere, però, di pensare che avrò davanti e decidermi ad agire, che non voglio ritrovarmi nell’ accidia!

Vacanze.
Non se ne parla nemmeno. A forza di pensare che sarei matta ad andare in vacanza in agosto, proprio nell’ anno in cui le vacanze me le potrò prendere in ottobre, per dire, pagando un quarto ed evitando la massa, finirò per saltarle del tutto! Passerò il mio autunno a ripetermi " Oh, come sono fortunata!" e metterò radici in Brianza!! ;-P
Per il momento salta anche l’ invito della mia amica, che ha la casa a Sestri L., dato che a breve avrò in casa figlia e moroso ( ricominciano gli accampamenti!), ai quali scade a giorni il contratto nella casa di Varese.
Hanno già in tasca il biglietto per l’ Argentina, dove si involeranno per quasi due mesi ( beati loro!!).
Lui vuole far vedere a lei il suo Paese in largo e lungo ( più probabilmente), in vista di un ipotetico e futuro rientro in patria. Chissà mai….
Lei vuole metter il becco in quel Paese, in modo da poter un domani decidere con cognizione di causa ( se mai si verificherà l’ opportunità) se esiste incompatibilità fra lei e il luogo…
Ma, al di là delle intenzioni future, per il momento si rimpinguano con una vacanzina davvero interessante. Unico problema: tra la fine del contratto di affitto e il volo a Malpensa intercorrono 9 giorni, da passare, ovviamente, nel Quartier des Lilas…che si sta già attrezzando! Il caldo, però, non aiuta…….;-P
Ieri l’ altro, a Vrese, abbiamo rimpinzato la macchina con le prime masserizie e mi son vista rientrare à la maison, parte di quegli arnesi che, così allegramente, avevo rifilato alla figlia lo scorso inverno…..Alcuni li ho lasciati in garage….ma, a malincuore, altri oggetti ho dovuto riportarli in casa, dato che l’ umidità potrebbe rovinarli.
Mi veniva da piangere.
Poi non si capisce in base a quale legge della Fisica un oggetto, vedi un piumone, che aveva la sua brava collocazione nella parte superiore di un armadio, dopo sei mesi, non riesca più a entrarvi, senza che siano mutate le condizioni di base….e si ritrovi arrotolato in camera, praticamente tra le palle, siamo seri!
Ma quale Legge della fisica, questa è Legge di Murphy, non c’è dubbio…
E come il piumone, varie coppie di stivali e gli spugnoni e i doppioni della cucina e i Libri e i Vocabolari di Inglese e Svedese e il secondo televisore  e quello piccolo con il videoregistratore e i pattini da Hockey…ma dove caspita li tenevamo prima?????? :-0
Gente, ma quale vacanza: qui c’è da lavorare! 😉

Annunci