Tag

, ,

Alla ricerca della pietra perduta…

Settimana di stasi personale.
Con la scusa del calcolo, sono stata tutto il tempo "in osservazione"! Il consorte non mi ha permesso di uscire da sola in macchina e così mi sentivo vagamente agli arresti domiciliari!
Nel frattempo era tutto un lavorio per  "controllare" il PH delle urine ( che risultava bassissimo fuor di misura), al che il marito commentava :
" Vedi un po’…ho di fianco una persona acida e in questo lungo lasso di tempo, nemmeno me ne sono mai accorto!"
ARGH!
 E ad ogni prova con la cartina di tornasole dovevo "aggiustare" la posologia di un intruglio granulare color arancio, che mi era stato prescritto.
Intruglio ingannevole, oltre che tossico.
La prima mattina  me lo verso in mezzo bicchiere d’ acqua, preparandomi al solito bibitone dolciastro e aranciato ( tipo certi antinfiammatori).
Vengo immediatamente atterrata da una sapore indicibile, tra l’ agro e l’ amaro che, di botto, mi riporta a quell’ intruglio di sali amari ingurgitato una volta a litrate, per fare una colonscopia.
Che poi " a litrate" è un’ espressione inadeguata, visto che, dello tzunami di liquido previsto (se ricordo bene 5 litri in poche ore…) io riuscii a ingurgitarne soltanto la metà, dopo di che il mio stomaco si chiuse a riccio e io, solitamente così ligia al dovere, mi presentai  inadempiente alla visita e fui rimandata ignominiosamente a casa….
Al che mio marito si presentò in reparto e chiedendo educatamente, ma fermamente se non vi fossero alternative previste in caso di impossibilità fisica di trangugio, ottenne delle buste di un altro preparato, ugualmente perfido, ma del quale, almeno, bastava una dose decisamente inferiore, per raggiungere l’ effetto voluto.

Cosi’, per l’ ennesima volta io, che di fronte ai medici ho sempre quell’ ancestrale timor sacro e reverenziale di aprire il becco….ebbi la  riprova che chi chiede educatamente, ottiene;  riuscii perfettamente a fare l’ esame e da allora, quando devo fare dei controlli, mi procuro immediatamente la soluzione B !
Insomma, oltre al granulare fetido e  agli esami casarecci, dovevo anche assumere due pillole ( mattina e sera, a stomaco pieno) e una capsulina sospetta. La dottoressa si era raccomandata di prenderla solo prima di andare a letto, perché avrebbe potuto creare dei capogiri.
Saputo che già io prendevo farmaci per l’ ipertensione si era raccomandata, eventualmente, di diminuire la dose di quelli, per una settimana.
Il "bugiardino" era quasi da "panico": si ipotizzavano svenimenti e tutta una serie di malanni che non sto a precisare.
Ovvio che, la prima sera, dopo averla presa, per andare a dormire, ho percorso il corridoio con fare circospetto,  con il cellulare a mo’ di pila in una mano, libro di Larsson sotto l’ ascella e la spalla destra appoggiata alla parete….Mi mancava la tutina nera e la maschera per assomigliare al Dalemik di Vauro…Ridicola!

In realtà, ad essere sincera, nulla di tutto quanto previsto mi è successo, non ho avuto alcun giramento di testa e mi domando se, a questo punto, mi devo preoccupare….. 😉

In ogni caso mi sono dovuta creare un foglio excell per segnare tutte le pastiglie e le ore e le dosi….e mi sembrava di essere Napoleone, sotto la tenda ad Austerlitz, mentre consultava il piano di battaglia!
Per concludere: del calcolo, in tutta la settimana,  nessuna traccia.

Ieri mattina vado al controllo a Como. Mi fanno l’ ecografia e, con aria festosa, l’ urologo mi comunica :
"Signora, la prima buona notizia è che il rene non è dilatato!"
Ah,  nemmeno mi ero mai posta il problema che ci fosse questo pericolo…… :-0
" La seconda è che il suo calcolo non esiste più!"

Bene, allora, o il maledetto è uscito senza che me ne accorgessi ( il che è molto improbabile), oppure, a detta del medico, con la granella arancione si è parzialmente dissolto e se ne è andato con Diós insieme all’acqua bevuta, in forma silente!

Tutto questo, in ogni caso, sta a confermare che si trattava proprio di calcolo di acido urico.
Fra un mese ulteriore esame. Nel frattempo guggoliamo alla ricerca di un’ alimentazione adeguata al caso e compatibile con la dieta!

Che poi, perché io scriva queste scempiaggini sul blog, non è dato di sapere.
Ma tant’ è….;-D

Annunci