Tag

, , , ,

https://i1.wp.com/photos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc3/hs171.snc3/19864_291233008433_752293433_3586347_5665784_n.jpg
E siamo ad un nuovo compleanno! Anche quest’ anno, come lo scorso anno, mi sono ritrovata decine e decine di Auguri ( peraltro graditissimi!!) in quel posto burlone e affollatissimo che è il facebook.

A parte amici vecchi e nuovi ( molti sono anche blogger!), si è presentata in prima fila una schiera di "grezzetti". 😉
Poi, fra di loro, c’è anche chi si è servito del numero di telefono, per mandare un sms più personale.
Insomma, diciamo che mi sono sentita molto "orgogliona" che ancora non avessero cancellato il numero e, ben sapendo che sul facebook quotidianamente sei avvisato dei vari compleanni, ho trovato molto carino che si ricordassero di quella befana della loro vecchia proaf!!! ;-D

Qualcuno, poi, ha inserito una frasetta spiritosa, ma quella che mi ha stupito davvero è stata  la frase di M. :

"M : auguri professoressa!!!col suo stile mi ha traviato!!!lo devo a lei se sono diventato un baudleriano!!!"

alla quale è seguito un breve scambio di battute:

 

L :Mauro, ma davvero??? Sai che, leggere che un ex-alunno, a distanza di 6/7 anni si ricorda ancora delle poesie di Baudelaire mi fa fare la ruota del pavone!!!! ;-)))
Suoni ancora?

M: Certo!!!ho cambiato un pò le declinazioni metal gettandomi nelle versioni rock con sfondi di musica classica…in pratica il goth metl 🙂 merito dell’arte e della letteratura grazie a lei

Mi sono ritrovata a pensare abbastanza a lungo a tutto ciò. Questo ragazzo non era certo tra i più studiosi e non ha mai evidenziato, a suo tempo, una particolare predisposizione per il genere….

O, quanto meno, io non  me ne sono mai accorta
Sicuramente è stata una mia distrazione, perché, evidentemente, qualcosa in lui stava lavorando se, a 26 anni, ha sentito la spinta ad esprimere queste considerazioni, in modo del tutto spontaneo!

Certo, Baudelaire rivestiva il suo fascino.
A questo proposito ricordo il giorno in cui, interrogando Luca, dei due gemelli R.  quello più  riservato e di pochissime parole,  sulla poesia "Spleen", mi sono sentita chiedere " Prof, posso dirla a memoria?"

La maggior parte della classe era letteralmente sbigottita, dato che quella poesia non era da studiare a memoria!!!
Ma a lui era talmente piaciuta, che aveva sentito l’ esigenza di impararla. E parlo di un ragazzo che successivamente non è andato all’ Università e adesso lavora come tecnico in un
a piccola ditta artigiana.

Bene, ho voluto scriverlo anche qui, per ricordarmene quando, a novant’ anni,  nelle lunghe
sere invernali, rileggerò, magari  a pezzi e bocconi, questo blog….😉
Comunque, per quest’ anno il compleanno è stato festeggiato con complementi arredi lilla e la cosa mi ha molto divertita…;-)))

https://i0.wp.com/photos-d.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc3/hs191.snc3/19864_291232938433_752293433_3586342_6098040_n.jpg

Annunci