Che succede?
Che succede?

 

Mentre in Giappone si sussegue l' Apocalisse, io mi sento anche vagamente a disagio nel parlare di quel' inezia che sta succedendo a casa mia…

Purtroppo, anche di fronte a catastrofi epocali, seppur sgomenti al cospetto di certe immagini, poi ci si ritrova a fare i conti col nostro quotidiano….E' inevitabile!

 

I lavori si sono fermati, perché adesso la novità è che ci tocca COMUNQUE sgomberare la casa da armadi e masserizie, visto che i piastrellisti hanno sentenziato che non vogliono mettere i pavimenti a più riprese…del tipo piazzare la sala mentre i mobili vengono accatastati nelle camere e viceversa ( come avevamo ipotizzato noi) per una questione ( dicono) di livelli ecc ecc.

 

MORALE, da tre settimane stiamo svuotando tutti gli armadi e piazzando sacchi e scatole in un garage doppio che abbiamo affittato, fortunatamente davanti a casa nostra!

Devo dire che, nel marasma, siamo stati anche fortunati ad avere trovato posti vicinissimi, dove poter alloggiare noi e le nostre cataste!

 

Nel frantunque io e il consorte abbiamo eliminato il reparto vestiari e coperte ecc ecc e oggetti cucina e stiamo iniziando il reparto CARTACEO ( libri riviste ecc) che è enorme….

La necessità di un imballaggio il più possibile veloce fa a pugni con la tendenza del marito a fare divisioni in base ai materiali: tutto ciò che è "panno, stoffa ecc" potrebbe assorbire l' umidità, perciò va piazzata in posti sicuri….I materiali cosiddetti "inerti" possono finire anche in cantina, perché l' odore muffoso non li scalfisce……

Questa ennesima "differenziata" ovviamente complica le cose; probabilmente ha ragione lui, comunque ormai siamo su quella china e lì procediamo……

E i tempi si allungano spaventosamente!

Speravo di rientrare a marzo, ma adesso dubito anche su aprile….

 

Tra l' altro mancherò per una settimana perché, probabilmente va in porto la mia visita a Londra dalla figlia! 😉

 

Corro velocemente sul fatto che ho prenotato circa due mesi fa l'aereo e che, prima di farlo, ho interrogato Micol sulle sue disponibilità.

Mi ha confermato che sarebbe stata ( purtroppo) libera dal lavoro dalla seconda metà di marzo, visto che per le opere in programma alla Scala, fino ad aprile non era in organico.

 

Non appena effettuata la prenotazione, dal 22 al 25 marzo, esattamente il giorno successivo, lei mi telefona in ambasce…:

" AAAHHHHHH…..mi sono dimenticata che il 24 ho UN IMPEGNO !!!!!!!!!!!!"

 

Dal tono drammatico si poteva arguire che l' avesse chiamata Prada per il trucco di Moda Milano o Zeffirelli per un ipotetico film. 

No.
C'è il "CONCERTO DEL SECOLO"…ovvero i KYUSS che si ricompongono dopo anni, proprio per fare un ultimo tour europeo.

L' Italia verrà toccata il 23 marzo e il Concerto sarà ……a TREZZO D' ADDA!

 

Ora.

Io non so niente di questi esseri, che pare abbiano ridestato il Rock negli anni '90…….sorrido all' idea che, per un Tour epocale europeo, abbiano scelto Trezzo d' Adda ( con tutto il rispetto) come sede.
Minimo, direi, avrei visto il Palasharp…

No, Trezzo d' Adda! Vabbé.

Quello che ho trovato assurdo è che lei, già in possesso da mesi del biglietto, se ne sia dimenticata….!!!!!! 😡

 

Dopo aver delirato che magari poteva andare a vederli ad Amburgo o fermarsi a Londra fino al 4 aprile ( data del Concerto londinese…), alla fine abbiamo convenuto che era meglio che lei si vedesse il concerto e arrivasse a Londra 2 gg dopo.
Insomma, anche stavolta io partirò da sola e spero di non fare caos all' aeroporto, vista la mia poca conoscenza dell' inglese…

 

Morale: io andrò da 22 al 25; Micol seguirà dal 24 al 27…e, SORPRESA, Alice tornerà in Italia dal 28 al 1^ aprile !!! :-)))

La CA' DI MATT !???

 

No, del tutto inaspettatamente, ha scoperto di avere diritto a giorni di ferie, che nemmeno lontanamente supponeva, da consumarsi assolutamente entro marzo.

Dopo 4 mesi di assenza, inoltre, ha voglia anche di tornare in Italia, visto che, ultimamente, è un po' in debito di paesaggi italiani…
Arriva a dire " Sai, qui a Londra il centro è splendido, però, là da noi, se alzi gli occhi dalla finestra vedi il Palanzone e il Bollettone. Vai verso Como e, dopo 3 o 4 km sei in mezzo a prati e verde e monti e lago e…"
Ok ok…ho capito: forse si chiama nostalgia? ;-)))

 

In ogni caso a me farà piacere vedere dove abita e farmi un' idea del tutto….

Infatti dormirò da lei, nella "Ca' di ratt " che, al momento sembrano spariti….

 

Oddio, inizialmente io avevo prenotato almeno 5 singole nei dintorni: col Booking è uno spasso, perché prenoti e non paghi nulla.

Sapendo che Alice vive con altre 5 persone, non mi azzardavo certo a propormi come ospite!!

I commenti dei visitatori italiani sui vari hotel, però,  non erano molto confortanti, ma, a dire il vero, finché si lamentavano delle camere piccole ecc ecc la cosa non mi impensieriva.

 

Quando ho iniziato a leggere di "lenzuola indecenti" "cimici sulle coperte"…mi sono allarmata.
La figlia pensava che io volessi stare in albergo per essere più comoda ma, chiarito l' equivoco mi ha confermato che le inquiline si sono meravigliate del fatto che io non dormissi lì e che le loro mamme sarebbero state sicuramente accolte in casa.

A questo punto non ho avuto dubbi!

Meglio il topo eventuale, delle cimici!!!!

 

Beh, in fondo a Stoccolma, 3 anni fa,  insieme ai ragazzi mi ero trovata molto bene, ma poi mi fermerò pochi giorni.

A questo punto spero che il tempo sia clemente! ;))

Ah, devo avvisare un mio ex grezzetto albanese, che sta facendo un dottorato lassù per tre anni.
Mi ha ritrovata su fb ed è stata un' emozione non da poco leggere le sue parole….a distanza di tanti anni.

Qualche volta ne parlerò…

Annunci