Tag

, ,

 

 IBIZA:stradina del porto, forse Calle de la Virgen… ( non mi ricordo più dove l’ho scattata!

Lo so, ha quasi dell’incredibile, ma mercoledì “saremo” nuovamente su un aereo.

Dico “saremo” e l’incredibile è proprio quello:  il marito si è convinto a non far passare gli annunciati 12 mesi prima di ripartire, ma sarà della partita.
Chiaro che la motivazione è di quelle che non si potevano rifiutare, in quanto andremo a Ibiza per qualche giorno, a trovare la figlia e il moroso!

Sì, perché tra una storia di lavori per la casa e una di vacanze con gli amici in Francia, io non vedo la “piccola” da quasi sei mesi e lui, che a Berlino non era venuto, da nove mesi. Una gestazione! 😉

Se a questo si aggiunge che lui ha un pessimo rapporto con le comunicazioni a distanza e su skype non riesce ad agire “come il faut“, diciamo che la mia proposta di partire non poteva certo rifiutarla…

Dico “ANDREMO A IBIZA” e subito mi sento un’allegria smodata. Sono andata a trovare la figlia a Londra, a Edimburgo, a Berlino, ma, quando lo scorso anno sono andata a trovarla all’Isola, praticamente era euforica: sembrava avesse un’aura da miracolata!!

Certe cose si sentono interiormente” mi aveva confessato “non appena ho messo piede su questa isola e ho scoperto che non c’erano zanzare, mi sono detta _Ecco, questa è un segno, questa è la mia terra!”.

Forse la motivazione -principe addotta a giustificazione di tanta foga mistica potrebbe sembrare inadeguata, ma se uno avesse visto all’opera i maledetti insetti su di lei, soprattutto quando abitava a Milano, sia ai primi Navigli, che più giù, in zona Ludovico il Moro, potrebbe cogliere come “segnale”la loro assenza! 😉

E poi la luce, la luce mediterranea che, dopo mesi e mesi invernali nella bellissima, ma pur sempre caliginosa Edimburgo, le avevano fatto scoprire che lì era il suo destino!

Beh, poi sorvoliamo sul fatto che il destino ti dovrebbe anche spingere dove si trova un lavoro e lì al momento la luce si dissipa e  il discorso si fa  nebuloso….Ma se la smetteranno di zompettare per tutta l’Europa e si daranno una calmata, magari qualcosa uscirà! 😉

Nel frattempo sono ospiti della madre di lui, perché hanno affittato l’appartamento di lui ad un amico.
Io ho prenotato in un residence proprio di fronte al mare e spero che non ci siano sorprese…Così “libererò” il marito dal doversi districare tra tapas piccanti, salse aioli squisite, ma micidiali come bombe per il suo stomaco…Cucineremo in casa, almeno la sera e ci concederemo un pranzetto decente al ristorante almeno un giorno, anche per evitare di spendere cifre iperboliche, errando tra un ristorante e l’altro…

Oddio, ci stiamo pochi giorni e, inoltre, in pieno autunno tutti questi ristoranti nell’Isola magari saranno anche chiusi…;)

Ho prenotato tramite booking una “superior” che garantiva il balcone vista mare! ( Ah, il marito soffre di claustrofobia ed è assolutamente indispensabile che il balcone abbia davanti uno spazio decente e non un formicaio appiccicato di altri palazzi.

Ovviamente, disponendo del mio agente privato all’Avana, ho spedito Micol a controllare il tutto de visu presso la reception!

Sì, tutto a posto” mi dice” però qualche balcone il mare lo vede di lato“.

Altolà, vedi di chiarire che è necessario che il mare sia di fronte: se vogliono, lascia pure una caparra…ma chi diavolo vuoi che ci sia in un residence a Ibiza dopo la metà di ottobre…???!!”
Richiama dopo due giorni:

Niente, hanno detto che per chi prenota su booking non è garantita la vista centrale, dipende dall’afflusso. Inoltre non accettano caparre…!

Ok, che Dio me la mandi buona, perché non ho nessuna voglia di iniziare questi pochi giorni con uno screzio tra il marito e l’hotel! Del resto non sono fisime, perché davvero lui nelle stanze che vive come “costrette” ha dei seri problemi !

Insomma, sono di nuovo lì a litigare col trolley, per farci stare quelle tre cose che mi porto. Non posso nemmeno contare sul trolley del marito, visto che lui, dati i 5° che abbiamo qui al mattino, con due cose pesanti lo ha già riempito.
Tento di convincerlo che, se il meteo non è ubriaco, là ci dovrebbero essere 19° di minima e che perciò, quella calzamaglia in due pezzi da paesi scandinavi, che lui è determinato a portare, forse è inopportuna..( oltre che dannosa, visto che mi occupa spazi vitali!) Vabbé…;-)

Altro dubbio: che cosa regalare alla madre e alla nonna?

Ovviamente qualcosa di “tipico italiano” e di poco ingombro!! Scartati tutti i liquidi ( vedi aceto balsamico, vino particolare…), già “bruciata” lo scorso anno la solita carta della sciarpa di seta di Como ( era il “primo incontro” e bisognava non arrivare là con un tocco di grana o di bresaola…!) alla fine ho trovato una composizione di fiori di cera profumata che, detta così, sembra un orpello da cimitero.
Invece è molto bellina e sicuramente la mamma la potrà tenere sul bancone del suo negozio e farà la sua figura! Per giunta viene da Parma, perciò certificata italica e non cinese!!
Tra l’altro, lo scorso anno, non conoscendo assolutamente le due signore, avevo scelto una sciarpa con colori pastello per la madre e, alla nonna avevo dedicato una sciarpa tra il bianco, il grigio e qualche decoro nero..
Ovviamente mi si era parata davanti un’arzilla signora di 77 anni in fuseaux, casacca leggera fiorata e una lunga treccia bianca sollevata a mo’ di coda di cavallo, con un nastro bello vistoso che la tratteneva!! ;-))

Altroché la vecchia ibizenca vestita di nero, con i gonnelloni alle caviglie e il foulard in testa, che avevo visto in stampe d’epoca…

Già, infatti  nonna Anne, per altro, non è affatto ibizenca, bensì parigina e si è trasferita da giovane nell’isola. Per giunta è un tipo estremamente sprint, perciò quest’ anno gli orpelli li ho scelti lilla e salmone…e che se li scegliessero loro, secondo il gusto personale!
Insomma, facciamo che sono felicissima e che davvero non vedo l’ora di ritornare sui luoghi del delitto dello scorso anno: “la puesta del sol” a Santa Agnés, lo storico bar Anita ( quello degli hippies) a San Carlos, le varie calette stupende e…la vista su la “Isla magica” di Es Vedrà!!!

Hasta pronto! 😉

 

Annunci