Tag

, , ,

Chissà perché alcune giornate sono evocative. Uno arriva all’Ultimo e sente che “deve ” scrivere due fuffe sul blog. Altrimenti non si sente bene con se stesso ;-).
Questi ultimi quindici giorni hanno rappresentato un vero delirio.

La parte del leone l’ha fatta il marito che, dopo aver passato tre mesi a scegliere il letto ( che, tra l’altro, non è ancora stato ordinato), di punto in bianco ha inserito una marcia “esagerata” e nel giro di un pomeriggio è riuscito a contattare un cartongessista per completare alcuni lavoretti che riguardavano la sala e che, dopo la ristrutturazione dell’appartamento, erano ancora allo stato brado.

Tipo, ad esempio, i fili del citofono e il citofono stesso che, all’ingresso dell’appartamento, facevano ancora bella mostra di sé, pencolando tramortiti dentro un tubazzo nero sporco di calce indelebile , proprio lì, a dare il benvenuto! Un Horròr…come diceva la mia ex-parente argentina Cecilia!
Allora, visto che il Sciur del cartongesso si è mostrato disponibilissimo ( del resto uno che si chiama Ambrogio deve essere un brianzolo per forza. E si sa che i brianzoli lavorano anche alla Vigilia!!), diciamo che abbiamo alzato il tiro e poi spiegherò il perché….
Ma non lo dico tanto per dire…dico proprio che lui, l’Ambroes, ha lavorato fino alla sera della Vigilia. E io avevo la casa così…

Ma noi nel frattempo avevamo il Concerto al Teatro …e così io mi sono rintanata in camera a vestirmi e, fra calcinacci, spatole, scale imbiaccate e secchi di tutto e di più, sono comparsa vestita di nero ( come ci avevano raccomandato!) e con un dettaglio rosso ( una rosa spillata sul reverse della giacca).
L’Ambroeus che era abituato a vedermi circolare in tenuta quasi/pigiama si è stupito. “Ah, la moglie oggi se ne va a spasso??”
Il marito, che avrebbe dovuto essere della partita… al momento non ha scucito nulla e si è accontentato di dire che si sarebbe assentato un’oretta per accompagnarmi e tornare!
E così ha fatto…
Io già pensavo che non gli sarebbe parso vero di “saltare” il Concerto su cui si sentiva assolutamente impreparato, con la scusa dell’Ambroeus …
In realtà alla fine ha avuto un sussulto di orgoglio e, lasciandogli le chiavi di casa, si è presentato anche lui, tutto in nero, col dettaglio rosso ( una sciarpina di seta uscita non so come da una scatola…), mentre ormai noi avevamo già fatto l’ultimissima prova, il pubblico scalpitava e nel back stage, trempelante, ormai disperavo di vederlo arrivare!!!

Morale: il Concerto ha riscosso successo, gli applausi erano scroscianti. Noi “novizi” abbiamo cercato di fare meno danni possibili e ci siamo accodati a quelli più esperti..Probabilmente su certi canti qualche contralto si è infilata nella melodia dei soprani, ma che fa? Del resto ne avevamo quattro che erano sciaguratamente piazzate alle nostre spalle e che ci perforavano i timpani con la loro parte… totalmente diversa dalla nostra !! Una vera iattura…;-).

Tornando all’Ambroeus, visto che non ci pareva vero di aver a disposizione una persona in grado di risolvere egregiamente certi problemi, ci siamo “allargati” e gli abbiamo fatto fare delle spallette, delle nicchiette e , già che eravamo in piedi, persino due arcate ahahaha, manco il nostro appartamento fosse ricavato per una conventicola medioevale!
Abbiamo esagerato? Non mi importa. Un tocco nuovo ;-).
Ora deve tornare a pitturare le paretine…il che significa che dovremo risvuotare il mobile della sala e rimettere tutti i bicchieri sul tavolo ecc ecc.
Ma ormai qua il più è fatto!
In compenso il resto della casa è un magazzino, ma che importa? 😉

Ecco, poi c’è stato Natale e lì la cognata L. saputo che eravamo a casa da soli, ci ha invitati e tutto è andato benone.
Ma non è finita, perché Micol l’ho vista solo su skype per gli Auguri, tra l’altro tutta “spappolata” nel video e scattosa nell’audio..
Un tormento!
Ma mi ha detto che a Ibiza c’era un vento del diavolo e non so se fosse quella la causa, fatto sta che era terribile parlarsi!!
Per giunta era presente anche il moroso, per cui non ha nemmeno potuto passare a qualche spettegulèss  sulle abitudini natalizie ibicenche >:-( . Rimedieremo! 😉

Per Alice e il moroso, invece, che avevano passato il Natale ad Assisi al ristorante, abbiamo organizzato il Pranzo del BisNatale, che si è tenuto il 28!! 😉
Con tanto di apertura dei regali ecc ecc
Loro mi hanno fatto un regalo graditissimo: un portatorte Shabby Chic !! 😉

Il menu è stato più o meno quello di sempre, stavolta l’ho arricchito con una presentazione DOC…che non riesco a inserire. Vabbé, pazienza. 😉

Oggi è l’Ultimo e sicuramente staremo in casa. A Como hanno organizzato feste e fuochi sul Lago: il tempo è splendido ma freddissimo. Il marito si è raffreddato per cui penso proprio che ce ne staremo in casa…!

Sarà da pantofolaia, ma tutto sommato l’idea non mi dispiace…;-).
Tra l’altro devo iniziare i compiti di Cinese, che ce ne ha dati un mucchio!
Ansia ansia, panico panico!

Buon Anno a tutti! 😉

Annunci