Tag

, , , ,

“Primavera vien danzando/ vien danzando alla tua porta/ sai tu dirmi che ti porta?” E qui in successione tutta una serie di nomi  incredibili, tra cui “ghirlandette” e “vilucchi”, che servivano a far la rima con “rose, a fasci e a mucchi”!

La mia generazione, alle elementari, è cresciuta con questa poesia di Angiolo Silvio Novaro !! 😉
Era molto carina e veniva rigorosamente fatta imparare a memoria. L’altro giorno, in TV, un eminente professore spiegava come la memoria abbia bisogno di estremo esercizio, per consolidarsi nel tempo e come fosse efficace la vecchia abitudine di far studiare poesie e brani “a memoria” nella scuola del tempo che fu…
Oddio, io ricordo che ai miei grezzetti del Triennio ho sempre rifilato qualche poesia da imparare a memoria.
Loro brontolavano, ma io dicevo “Lo sapete il gusto che proverete quando, da “grandi”, potrete stupire i vostri figli, recitando qualche brano? O anche solo ripetendolo a voi stessi?” E loro a guardarmi come fossi un’aliena..;-)
Devo dire che, passato il primo mugugno, poi erano soddisfatti: in genere imparavano Spleen di Baudelaire, oppure Ma Bohème di Rimbaud, Spesso il male di vivere ho incontrato  e qualche terzina dantesca…
Ricordo la soddisfazione, una volta che feci vedere un VHS sul centenario della morte di Rimbaud, nel momento in cui una voce fuori campo iniziava a sussurrare “Me ne andavo, i pugni nelle tasche sfondate..” molti di loro, con l’aria stupita,  continuavano “..e anche il mio cappotto sembrava ideale..”!
Felici come bambini delle elementari ( e avevano 19/20/21 anni, date le pluriripetenze nell’ostico Biennio ahahah!!)

Ma torniamo alla nostra Primavera: qua, nella casa dei Lilas, più che di rose e vilucchi, i mucchi ( che non mancano mai) sono costituiti da scatoloni impignati nella parte nascosta della sala, quella che funge da studio e nella mia camera, che ormai è una succursale della cantina!
Motivo? Fra 20 giorni si parte e si va a Ibiza a trovare Micol. Stavolta si va “anche” a portarle la Micra che lei utilizzava qua e che giaceva immobile da un anno nel garage.

Ora, visto che normalmente là si viaggia Ryanair o Easyjet e si cerca sempre di litigare con trolley-cabina estremamente ridotti, dove anche l’aggiunta di un libro può costituire motivo di panico, al momento della pesata della valigia, stavolta, andando in macchina, si cercherà di portare il maggior numero di oggetti, vestiti, stivali, scarpe, libri, DVD…insomma, tutta quella “fuffa” che lei tiene ancora ben stipata in casa, che mi riempie gli armadi e fa sì che io sia sempre in cerca di spazio, per le fuffe mie che sono notevoli e avrebbero anche maggior diritto ad albergare qua dentro!!! 😉

Al momento la massa “fisica” di questa roba è impressionante e dovremo organizzare delle sedute con Skype e la Cam, per verificare che cosa realmente le interessa e che cosa si può eliminare! Anche perché la Micra non è un TIR…
Prevedo giorni bui…. 😉

Nel frattempo, prevedendo anche montagne di lenticchie, ceci, fagioli azuki o come diavolo si chiamano, focacce di grano, grano saraceno, kamut e becchime vario ( hanno comperato la macchina del pane..), con cui verremo nutriti a casa loro, data la piega vegana che ha preso la loro alimentazione, mi sto lanciando con serietà nella dieta.
Anche perché troverei di pessimo gusto rifiutare le loro zuppe , per scendere al primo Euroski della strada a imbarcare un buon chuletòn de vaca o de cordero, visto che siamo a Pasqua…! ;-P

Al momento ho perso 7 chili e mezzo e me ne mancherebbero 5 o 6  per tenermi a una distanza di sicurezza. Ma ormai mancano solo 20 giorni e non ce la posso fare…
Là sarà una bella lotta, perché io sono curiosa dei cibi locali e ci imbatteremo nelle festività pasquali….
Confido in salutari camminate lungomare…
Ma, al momento, dobbiamo risolvere il problema degli scatoloni !!!

Beh, avevo iniziato poeticamente cantando la Primavera e sono finita sul chuletòn
Per aspera ad astra…;-)

 

Annunci