Tag

, ,

Vorrei aggiungere: “…silenzioso e lieve, un fiume addomentato”, ma non è esattamente così!!!
In realtà fervono le attività consuete: ripresa la piscina, dopo la pausa natalizia, con i soliti quintali in aggiunta.
Si saltella e si balzella al suono sfegatato delle solite musiche roboanti che, da una parte, impediscono all’orecchio di sentire i comandi simil-teutonici dell’istruttrice e dall’altro creano difficoltà nelle chiacchiere comuni…

Allora, come va la figlia? Quando nasce il nipotino?”
A MarzoE tu, sei già tornata ad Helsinki? Quando partorisce tua nuora?”
Abbiamo smesso di scambiarci ricette di antipasti natalizi, tra uno spruzzo e l’altro, che solo a rammentarle, ci facevano recuperare la ciccia eliminata con lo sforzo in acqua…. e adesso siamo ai “riassunti”! 😉

Poi è ricominciato il Corso di Cinese: a dire il vero i propositi erano quelli di recuperare, durante le vacanze, la mole di vocaboli che non ero riuscita a memorizzare precedentemente…
Manco a dirlo, nulla di tutto questo è stato fatto e, mi vergogno a dirlo, dopo quattro anni, a malapena so pronunciare frasette nemmeno di sopravvivenza…

Per dirla tutta, se mi trovassi improvvisamente fra cinesi, potrei mangiare solo riso cotto, carne rossa, pesce, ravioli cinesi e spaghetti. Potrei bere acqua e birra, che il vino non mi resta mai in mente…
Sembra già molto, scritto così, ma bisogna vedere se metto i toni giusti, altrimenti potrei vedermi arrivari le cose più strampalate…..;-)
Non parliamo , poi, dei “caratteri” che sono la mia dannazione…
Senza la trascrizione in pynin praticamente leggo una parola su 10, ad essere generosi!

Ma stiamo finendo ormai l’ultima lezione del “libro rosso” ( il Corso base) e, sbirciando il nuovo libro, verde, dell’Intermedio, ho visto che le letture non utilizzano più il pinyn, bensì solo i caratteri. Sono rovinata!

E’ ben vero che esistono le magnifiche app degli smartphone che sono una prodezza: ti fotografano il carattere e ti scrivono la traduzione in pinyn . Ma, praticamente, rischi di impiegare una giornata per tradurre tre righe……
Toccherà mettersi di impegno e impararli.

Oddio, qualcuno dei ragazzi è messo più o meno come me, però la più parte ha dovuto preparare la prima Laurea e quindi hanno qualche scusante..Poi ci sono, ovviamente, le due “brave”.
Una è la mia storica compagna di banco, l’Alessandra, che fila come una lippa, ha già superato il Terzo Esame e ormai prende gli appunti in “caratteri”…Una marziana, insomma!! 😉

Dall’Isla arrivano buone notizie.
Il nipotino cresce bene e siamo in attesa dell’ecografia in 3D, che più o meno rivelerà i tratti del bébé…
Dopo una faticosa ricerca, sono anche  approdati al nome, ma al momento non lo rivelo.
E’, a dir poco, inusuale, ma ha un bel suono.
Basti pensare che, essendo il novio franco-spagnolo e la figlia, ovviamente, italiana, per non fare differenze, hanno pensato di dare al bimbo un nome celtico, stante il fatto che si sono conosciuti ad Edimburgo! 😉
Ma avrò modo di riparlarne…

E….dulcis in fundo, è ripresa l’attività del Coro!! Si prepara “Pagliacci”…Da morire…e non aggiungo altro, che vado a farmi il caffé!!  😉

 

Annunci