Tag

, , ,

20150302_123638

Rieccomi! Non ce la faccio più a star dietro ai cambi di rotta  che arrivano dalle Pitiuse! :-0
Che cosa sono le Pitiuse? Ma Ibiza e Formentera!!

Già, perché le Baleari, di solito accomunate dal nome della Comunidad autonoma de Las Islas Baleares, è formata da quattro isole principali di cui due, Maiorca e Minorca, chiamate Baleari o Gimnesie e le altre : Ibiza e Formentera, dette le Pitiuse ( isole dei pini).

Non ero nemmeno ritornata dal mio breve pellegrinaggio in quel di Ibiza, per dare una mano alla figlia e, contemporaneamente, per dire un mesto addio alla Isla Blanca ( date le ultime decisioni prese dal duo strategico, che cento ne pensa e poi una ne fa, fortunatamente), che ricevo una telefonata della figlia, che mi preannuncia che nel frammentre hanno rielaborato la loro decisione e hanno modificato i termini…

Praticamente due mine vaganti.
A dire il vero la mina principale penso sia mia figlia, dato che è lei che si trova, al momento, nella posizione più difficile, come spiegavo nel post precedente.
Anche lui è irrequieto, ma ovviamente al momento ha un buon lavoro e, in fondo, si trova a casa sua e sente un po’ la responsabilità di aver portato lui la ragazza nella sua isola.
E a dire il vero, non è stato proprio un brutto andare, diciamocelo una buona volta!!! 🙂

Per sintetizzare, pensa e ripensa, avrebbero deciso di anticipare a questa primavera il loro obiettivo a lunga gittata, che era quello di trasferirsi fra qualche anno a Palma de Mallorca.

Inizialmente la figlia era restìa, per timore di ritrovarsi di nuovo completamente isolata in un posto nuovo, col bimbo ancora piccolo e magari un altro ipotetico, senza alcun parente o amico. Per quello aveva almanaccato l’idea di trasferirsi in Italia, qua nelle nostre zone per due o tre anni.
Ovviamente, dopo essersi rilassata da noi e avere visto le cose con un po’ più di oggettività,  ha pensato che questo doppio trasloco sarebbe stato un delirio e che, se dovevano trasferire masserizie altrove, tanto valeva farlo in una botta sola, nell’isola vicina dove puoi caricare la macchina e, con la nave, in poche ore sei arrivato.

Sinceramente, mentre ero con lei a Ibiza, mi sono davvero trattenuta, lo giuro!
Eravamo passate dal bigio autunnale e i piumini di Malpensa, alle maniche corte e al cielo terso su un mare incantato e io, che avrei voluto dirle semplicemente:

“Ma sei matta a pensare di venire da noi col bimbo???” (oppure “Chiamateli! Chiamateli!! come diceva una vecchia ed esilarante pubblicità di qualche anno fa…), e invece, con aria profondamente zen, mi azzardavo a dirle, non più di una o due volte in tutto:
“Sei proprio sicura, vero?” mentre la brezza lambiva le onde verdazzurre…

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene e io, inutile negarlo, sono strafelice.
Ovvio che mi sarebbe piaciuto avere il bimbo vicino, vederlo crescere giorno per giorno, ma, sinceramente, sedei avesse sempre abitato qui, non ci sarebbero stati problemi, ma vederla ritornare, oltretutto per pochissimi anni, lasciando un posto sicuramente migliore, proprio non lo concepivo!
Intanto sta cercando un appartamento in affitto, ma io, prima di vedere un contratto di locazione firmato, mi aspetto di tutto dai due!!!

😉

 

 

 

 

Annunci