Edimburgo magica…

E finalmente ce l’ho fatta! Sono riuscita ad andare in Scozia, a Edimburgo ( Edimbrà per i locali) insieme ad Alice, per incontrare Micol che è “emigrata” a fine ottobre, direzione Londra ma che, dopo due settimane, ha deciso di filarsela in Scozia per rendere questa sua esperienza maggiormente “a misura” della sua persona!

La città, in effetti, è splendida e gli scozzesi sono giovialoni, grassocci e di buonumore, forse per contrastare il grigiume imperante del tempo, almeno in questa stagione! Atroce e inaspettato un vento pazzesco, fisso e freddo che elettrizzava tutto; del resto la Old City, piazzata sul cucuzzolo, attraversata dal famoso Miglio Reale ( Royal Mile), una specie di lunghissima discesa, formata da 4 strade, che congiunge il Castello alla residenza estiva della Regina, si presta a intercettare tutte le correnti, comprese quelle che arrivano dal Firth of Forth, il fiordo che rientra dal Mar del Nord e che appare all’orizzonte, non appena raggiungi le zone alte.

Avevo prenotato l’ hotel con larghissimo anticipo, badando al fatto che fosse economico, centrale e vicino all’ostello della figlia. Con grande sorpresa ci siamo ritrovati in un posto carinissimo (evidentemente ho beccato un’offerta notevole!), in pieno centro ( Princess Street), con una camera al terzo piano esattamente affacciata sui giardini e con VISTA CASTELLO!! Impagabile la sera, dal letto, vedere questo complesso illuminato e al mattino ritrovarselo incombente, tra stridi di gabbiani che impazzano ovunque!

Ecco, il Castello…..In realtà Edimbrà è il Castello. Nel senso che ovunque tu vada, te lo ritrovi o di fianco, o sopra, o alle spalle…Impossibile perdersi in questa città: il Castello ti fa da continuo punto di riferimento…

Senza volere per forza trovare punti di contatto, diciamo che l’atmosfera, in alcuni momenti o scorci, ricordava Praga ( senza il valore aggiunto dei grezzetti, però…;-D) e in altri Stoccolma. Insomma, l’impronta delle città nordiche! Quando ti aggiri per le stradine della Old City, soprattutto di sera, sbirciando attraverso gli innumerevoli “Close”, tunnel che si diramano non si sa dove…Non puoi non pensare che Stevenson ha scritto qui i suoi romanzi di atmosfera gotica e che la Rowlings si è fermata spesso a scrivere i romanzi della Saga di Harry Potter nel Pub l’Elephant ( dove noi, ovviamente, ci siamo infilate per gustarne l’atmosfera!!).

L’hotel forniva una vera e lauta colazione scottish…Normalmente amo provare nei posti i cibi locali ( non voglio ricordare lo squallore  dei grezzetti che ovunque fossero cercavano le lasagne e il Mc Donald’s!!), però, devo confessare che a colazione proprio non ce la posso fare……..;-). E così mi sono scaraventata su frutta, yogourth, caffé, insomma, su quella che loro definiscono la “colazione continentale” ( ah ah, forse non hanno mai provato le colazioni a base di uova sode, formaggini, insaccati rosacei di strana natura che ci rallegravano appunto a Praga!) e mi sono accontentata di osservare Alice che, di mattina in mattina, veleggiava tra bacon fritto e aringhe bisunte…Al limite mi sono concessa un porridge col miele, davvero delizioso! Ormai, dopo la dieta Dukan dove l’avena te la trovavi anche nei capelli, alla fine ho scoperto che è un cereale che mi piace.

Ma della dieta semi-naufragata parlerò altrove!! Ritornando al cibo,  levata di mezzo la colazione, per il resto non mi sono fatta mancare nulla e ho voluto provare il famoso “haggis”,  interiora di ovino_icuore, fegato e polmoni_ cotto dentro lo stomaco della pecora: delizioso! Poi, per renderlo più delicato, lo hanno cosparso anche di una crema al whisky…Diciamo che i pub sono stati una vera delizia: all’Amber Rose ci siamo imbattuti nella serata del Quiz….ah ah ah divertentissimo! Intanto all’interno c’erano vere tavolate di signore di mezza età, che se la ridevano davanti a pinte di birra, da sole e in totale allegria…Io non ho mai frequentato pub nostrani, ma Alice mi dice che in alcuni, appannaggio degli adolescenti, se hai più di 25 anni, quasi vieni guardato “strano”. Qui è proprio il luogo di ritrovo per ogni età!

Unico rammarico: aver visitato la National Gallery di corsa, in meno di un’ora, perché chiudeva alle h 17! E’ stata davvero un’incredibile sorpresa: quadri di Raffaello, Tiziano, Tintoretto e del Rinascimento italiano; l’autoritratto di Rembrand e poi Poussin, gli impressionisti…e in mezzo ad una sala, inaspettatamente…Le tre Grazie di Antonio Canova!!!! Io sapevo che erano collocate all’Hermitage di San Pietroburgo e non avrei mai immaginato di ritrovarmele qui. Infatti ho letto successivamente  che Canova ne ha scolpite due in marmo ( a parte quelle in gesso che avevo visto a Palazzo Reale a Milano). Insomma, questa Gallery è una miniera che va assolutamente visitata con maggior calma e dignità! Tra l’ altro ho letto che contiene la più grande collezione di pittori scozzesi, che si possono ammirare solo qui.

A proposito di Scozia, beh, qui ovunque si respira aria da Braveheart…A parte i kilt che nei giorni normali si vedono solo appesi negli innumerevoli negozi di souvenirs che sparano a palla musica di cornamuse per ogni dove..e anche lì, vai da quello urendo, da 25 pounds a quelli “seri” dai 250 in su. Abbiamo visto anche quelli da sposo…che costavano quasi 400 pounds, bellissimi! Però abbiamo avuto anche il bene di vedere quelli autentici, indossati da persone di ogni età perché, guarda caso, il giorno del nostro arrivo coincideva con la partita di rugby Scozia-Francia, per il Torneo delle 6 Nazioni e così ci siamo imbattute in una fila incredibile di tifosi, molti rigorosamente in kilt, che si dirigevano verso lo Stadio…La era, poi, i pub e i vicoli della Old City risuonavano solo di ciciarate e  risate francesi. I nostri cugini, con il tricolore dipinto sulle gote, si aggiravano felici e così abbiamo potuto capire che la Scozia aveva perso: peccato! Arrgh….!!! >:-(

Certo, è stata una visita mordi e fuggi, però ha lasciato la sua impronta…Del resto molto tempo è trascorso nei pub o in camera ad ascoltare Micol e le sue avventure, visto che quello era lo scopo reale del viaggio!! La città: uno splendido contorno. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...