Tag

,

Vabbeh…
sono di nuovo in partenza. Domattina, alle 4.45, si va in pullman ( ………..) a Parigi. Stavolta si sbiroccia la 3^ e la 4^. Siamo in quattro colleghi e 46 studenti, ma sembra che un paio siano ammalati…
Io sono nuovamente della tornata,  perchè non si è trovato un accidenti di nessuno che volesse accompagnare la classe.
Spero di non pentirmi, dato  che da una quindicina di giorni ho una specie di torcicollo e tutte ‘ste ore di viaggio non credo che siano salutari…Ho  messo in borsa quella specie di poggiatesta gonfiabile, per evitare danni irreparabili…;-)

Manco  da Parigi da…33 anni e spero che non piova come piovve in quei dì !! Ho un ricordo penoso di Montparnasse sotto un’ uggia incredibile, mi auguro di fugarlo….Ma ho dei ricordi altrettanto intensi di angoli stupendi e scorci e bistrots e musiche e gente  e gente e tanta gente nelle strade…
Avrei una serie di cose da vedere e visitare…

Questa mattina sono ritornata in classe e i quintini cantavano in tono dimesso e accorato " Nostalgia, nostalgia canaglia…." e sfodervano le pennine USB su cui avevano scaricato le foto di Barcellona. Chiaro che una mezz’ ora è andata per guardarle e commentarle…..Ma come si faceva ad impedirlo loro? 😉

Ovviamente il meteo promette sciacquate. A questo punto non lo guardo nemmeno più e caccio in valigia un paio di cappelli! >:-)

I quartini hanno già chiesto se, in qualità di studenti, possono aggregarsi ad eventuali manifestazioni….Ecco, appunto, prevedo che non sarò tranquilla come a Barcellona, anche perché questi sono un po’ più su di giri, rispetto alla quinta.
Ma non c’è nulla di più attraente di vivere con loro la scoperta di una nuova città…

Ok, chiudo la valigia!
A bientôt

😉

Incolla
Annunci